Uno stile di vita green? Oggi si può!

Vivere consumando poco e inquinando meno. Un obiettivo raggiungibile? Sì, ecco come!

Uno stile di vita green? Oggi si può!

Vivere consumando poco e inquinando meno. È questa la grande sfida del futuro che ci si pone davanti.

Negli ultimi decenni, i cittadini sono diventati sempre più sensibili al tema ambientale e in tanti hanno capito l’importanza di adottare uno stile di vita più ecosostenibile.

Anche se la pandemia ha mostrato la fragilità delle nostre convinzioni ambientali e ha portato a nuove problematiche, dallo smaltimento delle mascherine all’utilizzo dei disinfettanti (una ricerca di Surveyeah del 2020 ha dimostrato che, in piena pandemia, il 57% degli italiani dava maggiore importanza all’igienizzazione degli ambienti che all’impatto ambientale dei detergenti utilizzati), è in ogni caso innegabile che ognuno di noi deve fare i conti con la propria “coscienza ecologica”.

Un’indagine di Surveyeah ha mostrato che la maggior parte degli italiani si fida maggiormente dei  detersivi biodegradabili; il 75% degli intervistati, inoltre, ha dichiarato di usare il meno possibile i prodotti spray, altamente inquinanti, e un altro 12%, pur utilizzandoli, ha detto di essere preoccupato per i loro effetti.

Quasi il 70% dei cittadini, poi, è particolarmente sensibile all’inquinamento delle acque causato dai detergenti tradizionali.

Nonostante questo, però, la produzione di rifiuti continua ad aumentare, e in epoca pre-covid ogni cittadino produceva circa mezza tonnellata pro-capite di rifiuti urbani ogni anno.

Come fare, allora, per ridurre gli sprechi e iniziare a vivere in modo più sostenibile? Ecco alcuni utili consigli!

Risparmia corrente

Molto spesso, adottare uno stile di vita “green” permette anche di risparmiare denaro diminuendo gli sprechi.

È il caso ad esempio dell’elettricità: utilizzarne di meno, specialmente quando non serve, non aiuta solo l’ambiente, ma anche il portafogli! Dunque, perché non iniziare con qualcosa di semplice e anche utile?

Per iniziare, non lasciare i dispositivi in stand-by quando non li usi, spegni gli apparecchi, e se il led rimane acceso, stacca la spina. Riutilizza le batterie scariche per gli orologi a parete.

Utilizza lampadine a LED in casa e spegni le luci quando non servono. Infine, non lasciare il cellulare attaccato alla presa quando è carico.

L’oro blu

L’acqua è chiamata anche “oro blu” e sprecarla, oltre che costoso, è un comportamento decisamente anti-ecologico, anche in considerazione che in certe zone del mondo – ma anche dell’Italia – si tratta di un bene davvero raro.

Nonostante sia preziosa e indispensabile, il nostro paese ne spreca addirittura 9 miliardi di litri al giorno; certo, molta di quest’acqua si disperde a causa di tubature e infrastrutture inadeguate e obsolete, tuttavia possiamo fare la differenza anche nel comportamento di tutti i giorni.

Come? Ecco alcune dritte per iniziare fin da subito!

Chiudi l’acqua del rubinetto quando ti lavi i denti

-Fai la doccia invece del bagno

Riutilizza l’acqua quando possibile (ad esempio, con l’acqua per lavare la frutta puoi innaffiare le piante)

-Installa riduttori di flusso sui rubinetti di casa

-Lava le verdure in un contenitore invece che sotto l’acqua corrente

Raccogli l’acqua che scorre mentre aspetti che si scaldi

-Utilizza sensori di pioggia se hai l’irrigazione automatica. Inoltre, innaffia le piante dopo il tramonto!

-Installa una cassetta a doppia pulsantiera per il WC, per selezionare la quantità d’acqua necessaria

Non lavare l’auto inutilmente, specie in estate

-Aziona la lavatrice solo a pieno carico; consumerai meno acqua e meno corrente

Alimentazione consapevole

Un’alimentazione responsabile è di grande aiuto per l’ambiente. Non solo è necessario ridurre gli sprechi di cibo, imparando a riutilizzare gli avanzi e programmando la spesa, ma anche ciò che si acquista è importante.

Gli allevamenti intensivi, ad esempio, sono un importante fattore di inquinamento: lo sapevi che sono la seconda causa delle polveri sottili dopo il riscaldamento?

Attenzione, nessuno ti sta chiedendo di diventare vegano; piuttosto, sarebbe bene consumare meno carne e, quando la si mangia, acquistarla presso allevamenti biologici e “etici”; oltre ad comprare prodotti di maggiore qualità, incentiverai una filiera che ha maggiore rispetto per gli animali! Certo, in questo caso potrà costare qualcosina in più, ma ne guadagnerai in salute e aiuterai l’ambiente.

Lo stesso discorso, in verità, vale anche per frutta, verdura e altri prodotti. L’agricoltura intensiva non è meno dannosa, e con il consumo di suolo e l’utilizzo di pesticidi è una delle maggiori cause di inquinamento!

Acquistare cibi da produttori biologici, negozi locali o “km0“, rigorosamente di stagione, aiuta non solo l’ambiente (pensa solo al carburante utilizzato per importare primizie dall’altro capo del mondo!), ma sostiene anche l’economia e i lavoratori del territorio! Una filiera controllata, inoltre, è sinonimo di maggiore qualità!

Compra meno, vivi meglio

Continuare ad accumulare oggetti acquistati online o in negozio non aiuta certo l’ambiente. Come ogni cosa, presto o tardi tutte quelle cose finiranno nella spazzatura, e se si tratta di articoli inutili, forse sarebbe meglio evitare di acquistarli, non credi? Aiuteresti non solo il pianeta, ma anche… il conto in banca!

Te lo abbiamo consigliato come metodo per risparmiare, te lo ripetiamo qui: aspetta 24 ore prima di acquistare. Non comprare nulla d’impulso, dormici sopra: se penserai ancora di averne bisogno, lo potrai avere domani.

L’auto è così importante?

Davvero non si può vivere senza auto? Se abiti in una zona ben servita dai mezzi pubblici, forse potresti pensare davvero di farne a meno! Risparmieresti tasse, bollo, benzina e… aiuteresti davvero l’ambiente!

Esistono tante alternative, dalla metropolitana alla bicicletta, dall’autobus al tram. Non sempre è possibile, ovvio, ma forse dovresti cominciare a prendere in considerazione di fare il grande passo.

Proprio non puoi rinunciare all’automobile? Utilizza servizi di car-sharing o acquista modelli ibridi poco inquinanti, oppure, perché no, una bella auto 100% elettrica!

Sei un fan irriducibile della benzina? Almeno guida piano, inquinerai (e consumerai) di meno.

I materiali fanno la differenza

Basta plastica, niente usa e getta! Piuttosto, utilizza oggetti in materiali biodegradabili, usa elettrodomestici a basso consumo, acquista detersivi ecologici, fai la spesa con borse di tela.

Non è necessario stravolgere il tuio stile di vita, basta poco per fare la differenza. Un esempio? Il 27% degli italiani intervistati da Surveyeah utilizza regolarmente detergenti a basso impatto ambientale: cosa aspetti? Unisciti a loro!

Anche i prodotti di bellezza spesso sono inquinanti: utilizza quelli naturali ed ecosostenibili! Dischetti struccanti lavabili in cotone o in bambù, cosmetici ricaricabili, spazzole di legno, creme e profumi solidi sono solo alcuni esempi dei prodotti disponibili.

Un buon caffè

Un buon caffè con la cara, vecchia moka è l’ideale. Sì, perché le cialde non sono propriamente ecologiche! Le capsule, ahinoi, hanno un impatto ambientale molto negativo, causato delle difficoltà di recuperare materiali come alluminio, plastica e fondi di caffè. Meglio dunque stare sul tradizionale, oppure cercare marche che realizzino capsule compostabili o meno “impattanti”.

Al lavoro, poi, portati una tazzina in ceramica personale. Una volta lavata, la potrai utilizzare all’infinito, e ridurrai l’utilizzo di bicchierini in plastica usa e getta! Puoi fare lo stesso anche per l’acqua, utilizzando una borraccia invece delle bottigliette.

Parola d’ordine: riciclare!

Produrre rifiuti è inevitabile, ma ridurre il loro impatto è semplice e non costa molta fatica. Differenziare correttamente l’immondizia è un’azione che fa davvero la differenza e permette di recuperare molti materiali, limitando sprechi e inquinamento. Riduci al minimo la spazzatura indifferenziata e segui le regole attive nel tuo comune; ricorda che circa l’80% dei rifiuti è riciclabile!

Per alcuni prodotti, come l’olio di frittura e le cartucce della stampante, esistono regole speciali. Non buttare tutto nell’indifferenziato (o nello scarico!), ma informati e mantieni un comportamento responsabile.

Riciclare non significa solo suddividere i rifiuti; riutilizza in maniera creativa le cose che non usi più, e dai nuova vita a oggetti e vestiti invece di buttarli! Se qualcosa è rotto, puoi cercare di ripararlo prima di gettarlo nel cestino.

Basta sprechi

Sprecare di meno è fondamentale per aiutare il pianeta!

Ogni anno, ad esempio, vengono buttate migliaia di confezioni di medicinali scaduti: limita gli acquisti in farmacia alle cose necessarie.

Anche la carta è preziosa, non sprecarla; utilizza fogli riciclati e non usare la stampante quando non serve. Conserva i piccoli ritagli per prendere appunti.

Cura l’isolamento della tua casa, per evitare dispersioni di calore in inverno. E, a proposito, non tenere il riscaldamento a temperature troppo alte!

Bene, per oggi è abbastanza. Speriamo davvero di averti fatto capire che adottare uno stile di vita ecosostenibile non solo è importante, me è anche possibile senza troppa fatica. La scusa che “i prodotti ecologici costano troppo” non sta in piedi: se seguirai i nostri consigli, quello che risparmierai riducendo sprechi e bollette, potrai “re-investirlo” in articoli ecologici!

Lo sapevi che iscrivendoti a Surveyeah puoi scegliere di utilizzare i tuoi punti per sostenere il progetto di riforestazione di Up2You? Cosa aspetti? Inizia a compilare sondaggi! Anche le indagini di mercato aiutano il mondo a diventare “green”!